La parola “successo” penso sia stata inventata per dire che success-ivamente allo sbattimento arriva qualcosa di fico – non ho fatto il Classico ma più o meno ci sono arrivato (no?). Noi di storie di successo ne conosciamo tante (oltre alla nostra) e abbiamo deciso di raccontartene qualcuna (con fotografia a cura del nostro amico Piotr Niepsuj). Quindi siamo andati in luoghi di lavoro degni di nota che sono la casa di realtà lavorative giovani, forti ma soprattutto di amici.

Iuter è il brand streetwear milanese per eccellenza, nel corso degli ultimi 11 anni si è evoluto non poco, è passato da stampare magliette e felpe logo ad avere almeno 4 linee di abbigliamento e accessori differenti. E questo lo sai. Quello che non sai è che l’impero Iuter è sparso in ben 3 posti ufficiali: gli uffici di Milano, il negozio in Ticinese, e da poco più di un anno una struttura in cui Iuter produce direttamente tutti i capi delle varie collezioni, smettendo di far affidamento su terzi per la produzione.

Il negozio lo conosciamo già bene (non ti ricordi il GEL Day?) quindi siamo prima andati a trovarli in ufficio a Milano.

heineken-iuter-unotre-65

In ufficio da Iuter c’è il The Sub per spillare a go-go, in prod no altrimenti poi i ragazzi fanno le cuciture storte e il Made in Italy non è più salvo. Tra l’altro che bomba la tovaglia, stampa VNGRD unreleased.

Tra una birretta spillata e l’altra abbiamo rivolto il nostro sguardo in cerca di luoghi di successo verso quella che tra di loro chiamano “prod”, e siamo andati nel Gallaratese a vedere la mega struttura. Si tratta di un edificio simile ad una villa di Miami degli anni ’70, che ha vissuto a pieno la moda degli anni ’80 e ’90 per poi cadere in disuso nei mitici anni 0 (evvai!) e finire nelle mani dei raga di Iuter. All’interno oltre alle macchine mega tecnologiche (che non hai nemmeno idea di che robe allucinanti fanno) sono ancora presenti le macchine da cucire di quarant’anni fa, 600 milioni di kg di rotoli di tessuti e svariati samples che non ho mancato di provare (vedi foto).

In negozio ci puoi andare quando vuoi (vacci!), in prod purtroppo no perché i raga si fanno mille sbatti dalla mattina alla sera e non hanno ancora la guida turistica, Alberto Leoni (uno dei fondatori del brand e responsabile della produzione) l’ha fatta solo per me e Piotr perchè ci vuole bene.

In partnership con   logo-heinekenPer chi da sempre ricerca l’eccellenza. Per chi apprezza una birra spillata a regola d’arte. THE SUB® HEINEKEN®: la rivoluzione di una perfetta birra alla spina a casa,nell’esclusivo design di Marc Newson.
Scopri di più su WWW.THE-SUB.COM

 

Foto © Piotr Niepsuj per UNOTRE