Io sono abba scimmiato di orologi ma devo ammettere che non conoscevo la linea Manta di Breil, che “nel 1978 ha segnato il primo passo di Breil nel design e nella prestazione tecnica” (cit.) e come testimonial nei 70s aveva Valentina di Crepax ops (ho recuperato una pubblicità con i nostri potenti mezzi di vintage-diggin per farti vedere).

Per mantenere inalterato il design dell’orologio Manta, è stato necessario riprendere le vecchie lavorazioni delle maglie del bracciale, rispolverando la tecnica di impernamento degli anni ‘70 che garantiva robustezza e leggerezza per un perfetto indosso dell’orologio.

Non vorrei dire ma avevano persino indovinato il trip del black-out prima dei raga che lo fanno oggi.

Via FNG Magazine.