I Mokambo Bros. non sono fratelli di sangue anche se si somigliano assai. Sono due ragazzi cresciuti a Milano nord, la Zona 9, che qualche anno fa hanno avuto la brillante idea di movimentare le loro vite iniziando il percorso che li ha portati ad essere dei dj importanti per la scena underground di Milano.

A sto giro non ti possiamo dire dove si trova.

I Mokambo suonano solo su vinile e prediligono il rap old-school e il funk dei tempi andati. Ma mi è capitato anche di sentirli mettere sui piatti dei viaggioni electro che mandano a male tutti i presenti. Torniamo al dunque, per Underground Party si possono intendere due cose: 1) una festa con la gente pesa della situa; 2) una festa sottoterra. Il Mokambo Underground Party racchiude entrambe queste definizioni. Capita che ogni tanto ti arriva una mail, che ti dice di andare in garage sotterraneo a mezzanotte, tu ci vai e scendi al secondo piano. Entri in una porticina antipanico e ti trovi una cosa tipo 1000mq di buio, con un’oasi felice in fondo piena di luci e musica dei pazzi. Con la gente che si diverte visto che beve a poco, non paga l’ingresso e soprattutto si sente un po’ criminale quindi si esalta.

2012 – La situazione sotto al parcheggio, durante l’ultimo Underground Party.

A Milano una situazione del genere la sanno creare e l’hanno creata solo loro. Viviamo in una città piena di dj, piena di PR, piena di locali e piena di situazioni pacco, tutte identiche se non che cambiano i cd che ci sono su o i vestiti della gente che si sta ‘mbriacando (non che ci sia del male a ‘mbriacarsi). Diciamo che i Mokambo regalano alla gente normale una situazione che altrimenti questa gente non vivrebbe, e fidatevi che non è un regalo da poco.

2009 – Felice sulla sinistra, Cristian sulla destra. Siamo al secondo Block Party – The Bridge is Over, sotto al ponte.

Felice e Cristian d’altronde non erano novellini, prima dell’Underground Party avevano già organizzato per anni un altra festa del genere (il Block Party), che però aveva luogo sotto ad un ponte della tangenziale. Diciamo una location più estiva ma comunque a prova di piogge.
Non a prova di volanti però. Com’è.

2010 – Eccole le volanti, che alle 9:00 AM hanno deciso di farla finita.

Ti consiglio di seguire i Mokambo Brothers su Facebook per rimanere aggiornato, ho visto un botto di gente stupirsi quando scende le scale del parcheggio e sono sicuro che ne vedrò sempre di più. Le feste “pazze” ovviamente non ci sono tutti i giorni, ma i fratelli suonano una sera sì e una sera sì a Milano.

Le foto, in ordine, sono di Piotr Niepsuj, Eri FTB, Sha Ribeiro.
Che ringraziamo tutti.