A noi ci piacciono i panini degli italiani e degli americani ma c’è qualcuno là fuori a cui piacciono i panini dei turchi che fumano come dei turchi e hanno più fast-food di McDonald’s a Milano. Quindi come fai a mangiarti un buon kebap se ce ne sono 3.000 e non sai quale scegliere? Leggi qua sotto i consigli della Peste e gustati un buon panollo.

1) ANATOLIA

Via Giambellino 15 – Milano
Questo è il kebap migliore di Milano in assoluto, dove te lo servono condito e con le tipiche mani sudate che differenziano i turchi del Giambellino da quelli del resto di Milano. Le patatine fritte nel panino possono ingannare i più ma il mio caldo consiglio è di non pensarci e lasciarsi prendere dal gusto.

2) LUNA ROSSA

Via Lorenteggio 183 – Milano (in realtà lì c’è una pizzeria che si chiama Luna Rossa e fa il Kebap, ma non siamo sicuri e fin che non si sveglia La Peste e ci da conferma)
Qui i ragazzi non conoscono avarizia: uno dei pochi kebappari ad aver mantenuto il prezzo del panino a 3,50$ e a fartelo lo stesso gonfio di carne. Interni piacevoli ed accoglienti, ideale per mangiare dentro dando un occhiata alla tv turca.

3) DONERIA E DONERITO

C.so Porta Romana 79 – Milano
Uno dei migliori di tutti, carne buonissima, anche se costa 4 euri (perché è in centro) e i tipi sono in realtà marocchini che si fingono turchi.

4) ISTANBUL DONER KEBAP

Via Rismondo, ang. Via Camozzi – Milano
Questo è il kebap di Baggio, megabuono e un po’ introvabile, inoltre lo puoi mangiare senza preoccupazioni perché subito dopo puoi smaltirlo con una corsetta al parco delle Cave.

5) GUNES ISTANBUL

Via Lambertenghi 20 – Milano
Questo è il kebap di Isola dove ho mangiato tutti i giorni per un anno e mezzo, a pranzo è più buono perché ti fanno il panino al momento. Ogni tanto ripasso a trovarli ma i tipi non si ricordano di me, non so se per ingratitudine o perché mi odiano, visto che ho finito la tessera 20 volte e gli ho mangiato 20 kebap gratis.

E come lo riconosco un buon Kebap per i cazzi miei?

Un kebap a regola d’arte deve essere fatto possibilmente così: panino fatto al momento e poi lasciato pochissimo sotto alla piastra, la carne deve essere tagliata molto attentamente solo ai bordi ben abbrustoliti del rotolo doner, possibilmente di agnello o vitello, e il pane va riempito in quest’ordine: carne, sparsa bene, da potersi mischiare con le verdure (condite sarebbe il massimo), spolverata di sale, spruzzatona di salsa yogurt. Personalmente lo ordino con cipolla abbondante e poco piccante. In ogni caso a Milano nessuno sa fare un kebap come si deve, cosa che mi spinge di tanto in tanto ad andare a Berlino, dove costa poco ed è un altro pianeta.

Ringraziamo Drom (La Peste) che ci ha scritto il post, ricordiamo che venerdì questo escono due sue magliette in collabo con i raga di Spectrum, e che è uscito il suo video rap. Quindi clicca su: La Peste Nel Posto, il video in anteprima e l’evento da Spectrum.

E diventa nostro fan su Facebook che ci mangiamo i panolli.