Giovedì scorso eri all’Ink On Puma Suede II? Se sì hai fatto bene e con queste foto magari vedi cos’hanno combinato i tatuatori mentre ti sbronzavi, se no guardi queste foto e pensi: ma perchè non c’ero? E la risposta è: perchè sei un pazzoide scatenato.

L’evento è stato presentato da Puma in collabo con noi (che di tatuaggi ne capiamo). Oltre a musica e a fiumi di alcol sono stati versati anche fiumi di inchiostro. Hanno partecipato quasi 50 tatuatori da tutta Italia e dall’estero che si sono messi a scarabocchiare le Puma Suede, e non solo. Prima erano tutti ai tavoli per allenarsi coi pennarelli, perchè come ben saprai sono abituati solo a disegnare con le macchinette. Poi, una volta elaborati i disegni e i loro concept, si sono dedicati appunto alle Suede che c’erano appese su di un pannello. Mentre si facevano questa sbatta, il resto delle persone si ubriacava felicemente sulle note delle peggio canzoni messe su da Mino e Giorgio Di Sniper. Come lo scorso anno, la pettineria s’è addirittura sprecata, sopratutto per chi c’aveva il pass per scendere a mangiare. Tra una cosa e l’altra c’è stato pure un balletto di una biondina emancipata tutto sale e pepe che si chiama Blonde Pitbull. Ora vedrai le creazioni dei tatuatori, che sono loro i veri protagonisti della faccenda.

La suede è una scarpa degli anni ’70 che ha rappresentato, o meglio è stata rappresentata da una cifra di gruppi punk-hardcore che piacciono tanto ai tatuatori, per questo, già dal primo Ink On Puma Suede, è stato deciso di tirarli in mezzo. E’ un modello classico che col tempo ha fatto parte di svariate culture oltre a quella ma è anche particolarmente da persona normale. Anzi a vederle così non diresti che sono da balordo. Le usa anche Montezemolo a volte, per farti capire… Vestirsi bene per comportarsi male insomma. Quelle che sono state tatuate (per modo di dire) giovedì all’evento sono state fatte apposta e si chiamano Suede Naked. Hanno il logo fatto di buchini e anche se si chiamano Suede sono fatte di pelle, mica si può tatuare lo scamosciato dai ci potevi arrivare anche da solo. Ah, ne sono state fatte solo 25 e non saranno mai vendute, è lo step dopo la limited edition.

Stizzo e Ceyen all’opera, fortissimi.

Ecco le Puma Suede Naked prima di essere sverginate dagli scarabocchi dei tatuatori. Belle belle.


Giustamente vorrai sapere la lista dei tatuatori che hanno partecipato, la trovi qui. In realtà però erano di più…